Questo 25 aprile di parata non ci interessa

Questo 25 aprile di parata non ci interessa

Non ci interessa l’antifascismo da parata, storico e parolaio. Noi siamo quelli che abbiamo messo la faccia e i nostri corpi contro l’apertura della sede di Forza Nuova a Verbicaro. Noi siamo quelli che abbiamo impedito fisicamente ad una carogna come Roberto Fiore di sfilare con i labari ed il saluto romano dentro Verbicaro. Noi siamo quelli che se a Verbicaro non fossero accorsi poliziotti in assetto antiguerriglia a difendere queste carogne avremmo inaugurato noi la loro sede chiudendogliela con mattoni. Noi siamo quelli che abbiamo impedito che la stessa operazione Fiore la facesse la mattina a Cosenza, facendolo rifugiare in un alberghetto nella periferia di Rende alla presenza solo di qualche giornalista in cerca di notorietà non sapendo di cos’altro scrivere. Noi siamo quelli che abbiamo cacciato a calci in culo Casapound ed il suo leader Gianturco da Cosenza che pretendeva di parlare contro gli immigrati con le bandiere di Salvini proprio durante la festa di san Giuseppe. Noi siamo quelli che abbiamo apprezzato il gesto del sindaco di Verbicaro Francesco Silvestri che non ha concesso la piazza ai fascisti promettendo di non concedergliela mai, ma siamo anche quelli che non condividiamo l’antifascismo di parata con tanto di banda musicale e sfilate istituzionali, da fare proprio davanti la sede di Forza Nuova ancora aperta. Parteciperemo a manifestazioni solo quando quella sede, quella di Verbicaro così come le altre provocatoriamente aperte nel nostro territorio, verranno chiuse, e solo quando si dimostrerà nei fatti che le istituzioni sono dalla parte dei partigiani non con le belle e lacrimevoli parole ma con azioni.

Grazie al sindaco e all’Anpi per non averci invitato a Verbicaro.

Rete antirazzista e antifascista della Calabria

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *