RIACE: Cosa non si farebbe per qualche voto in più

Tutti i rappresentanti pentastellati contro il modello Riace per seguire l’onda alta dell’ideologia Salviniana che fa sicuri proseliti tra la “gente”. Tutti contro un piccolo paesino di provincia che ha provato, con tutti i limiti, a praticare un’accoglienza dignitosa. Non c’è un solo rigo e una sola intercettazione (ad oggi) che parli di un Sindaco che si è intascato soldi pubblici per farne un uso privato, per costruirsi la villetta, per farsi il macchinone. Solo in questo caso saremo pronti a dichiarare fallimentare l’esperienza di Riace. Dagli atti si evince solo di una persona che vuole rimanere umano e piega il concetto di legalità al concetto di fraternità. Questo è il programma proprio della nonviolenza. Secondo Gandhi se la Legge non è pensata per essere la forza del debole và disobbedita in ogni modo assumendosene le responsabilità in prima persona. Così adesso Lucano paga per la sua disobbedienza ad una legge ingiusta, ad una burocrazia demente ma questo non fa di lui un criminale. E’ stato Minniti? E’ stato Salvini? Un funzionario del Ministero dell’Interno o del sistema SPRAR? U sa cchi ninni frica a nua. Il risultato è che l’unico Sindaco in Calabria che ha aggirato le Leggi della burocrazia per il bene degli ultimi è stato arrestato. Quanti ce ne sono Sindaci a piede libero che hanno aggirato le leggi per arricchirsi personalmente? Quanti CAS ci sono che ammonticchiano le persone come le bestie? Purtroppo oggi l’umanità non paga in termini elettorali, il problema di tutto su i “nivuri” ed i loro sodali “comunisti” e “cristiani”. Quanta rabbia contro Lucano che per noi non era il salvatore del mondo prima come non è un criminale adesso. Era solo l’esempio che si può anche operare per il bene comune e non solo per proprio tornaconto personale. Lucano alla luce del sole ha “interpretato” le leggi per assegnare il servizio dei rifiuti a cooperative di giovani di Riace, italiani e migranti. Ancora indelebile nella nostra mente l’immagine del ciuccio con le sporte guidato da due ragazzi ed utilizzato per la raccolta differenziata nei vicoli stretti del centro storico. Quanti Sindaci hanno fatto carte false per privatizzare il servizio dei rifiuti assegnandolo a SPA private che poi hanno assunto le clientele politiche e oleato con ricche bustarelle? Ci fussa ancunu du governo o qualche cittadino ca sa piglia cu Vrenna (ha purtatu u Crotone in Serie A), cu Guarascio (un sia mmai ha purtatu u Cusenza in seri B), cu Pellegrino (ha purtatu a differenziata a Rende ed è sponsor della squadra locale). S’hannu mangiatu a Sanità niente. Tre giorni in fila al Pronto Soccorso prima di essere visitati, normale. Gentile inquisito per i fondi di l’edilizia sociale, muti. Nicola Adamo è stato prescritto, nessuna indignazione. Hanno costruito il Parco Acquatico con i soldi nostri ed ancora è chiuso e fra poco andrà ristrutturato, cittu. Nemmeno un cinguettio dal governo per la Metropolitana Leggera ed i milioni che presto si volatilizzeranno. Nemmeno un post per l’ex Jolly che pagheremo 800.000 € per abbatterlo. Il problema è un Sindaco che ha forzato le maglie della burocrazia per accogliere gli ultimi della terra e non far morire allo stesso tempo il suo paese. Oggi la sua faccia si trova su tutte le prime pagine nazionali ed internazionali. VRIGOGNA DA FACCIA VOSTRA!
Forti con i deboli e deboli con i forti.

Casa dei Diritti Sociali – FOCUS – Cosenza

Lascia un commento