Malanova.info

Leggi l’ordinanza dell’inchiesta sui rifiuti petroliferi di Viggiano

potenzaMettiamo a disposizione di tutti l’ordinanza, emessa della Procura di Potenza, del filone dell’inchiesta sul petrolio riguardante i rifiuti  dell’impianto di Viggiano, smaltiti illegalmente anche in Calabria.

Scarica l’ordinanza [54 Mb – pdf]

Vogliamo segnalare un passaggio che non è stato ripreso dai media calabresi, che vede indirettamente coinvolta la società MIDA di Crotone di Raffaele Vrenna.
R.I. T. nr. 406 progressiva 2718 (Alt. 51 E) del giorno 21 gennaio 2014, alle ore 10:10.

Nel corso della conversazione che segue, avvenuta tra FRULLI Saverio della Tecnoparco Val Basento e Antonio Zagaria della SEMATAF, appare evidente come quest’ultimo avverta FRULLI, mettendolo in guardia, riguardo a dei conferimenti di rifiuti liquidi diretti anche ad altra società, ovvero all’impianto MIDA di Crotone. Notizia questa che Zagaria ha appreso direttamente da Carmela Criscuolo. Qui di seguito i passaggi salienti della conversazione:
” … omissis … Zagaria: Ma tu sai che… col contratto acque… una macchina al giorno deve andare a Crotone da Mida … FRULLI: No … Zagaria: Col contratto che avete voi… FRULLI: No … Zagaria: Benissimo … allora io adesso te lo dico … FRULLI: Eh … Zagaria: Però occhio a come ti muovi… FRULLI: Si… Zagaria: A me mi è stato comunicato che… FRULLI: Si… Zagaria: Una macchina al giorno delle nostre… o delle nostre … FRULLI: Si… Zagaria: Comunque una macchina di tutti quei viaggi che facciamo … FRULLI: Si Zagaria: Ogni giorno deve andare a scaricare a Mida … perchè è un accordo che ha {atto IREOS con Afida… FRULLI: Ah … Zagaria: Così ha detto Teresa Criscuolo … FRULLI· Ah … Zagaria: Chiaro? FRULLI: Ho capito … Zagaria: Eh … FRULLI: Va bene… va bene… va bene… Zagaria: Per ringraziar/o della disponibilità che… hanno dato quand’è stato FRULLI: Eh si… si.. ho capito … ho capito … Zagaria: Però Saverio non mi mettere in mezzo per favore … FRULLI: No … no … assolutamente … no … no … tranquillo … tranquillo Zagaria: Eh … aspetta adesso … mo io ti chiudo la telefonata FRULLI: No … Zagaria: Conta fino a dieci e rilassati… FRULLI: Si … Zagaria: Capito … FRULLI: Non ti preoccupare … non lo faccio adesso … Zagaria: Eh … FRULLI: Non lo faccio adesso … ok… Zagaria: eh … poi quando ti arriverà il programma … FRULLI: Si … Zagaria: E roba varia … che vedrai una macchina … FRULLI: Si … Zagaria: Li chiami e gli dici ma che cazzo [ate … FRULLI: E’ chiaro … Zagaria: Comunque… FRULLI: Va bene… va bene… Zagaria: Ah … tieni conto che noi già stasera stiam … scarichiamo … ah … hai sentito già ieri hanno scaricato una macchina mi sta dicendo il mio collaboratore… invece noi oggi… il secondo viaggio lo caricheremo e domani scaricheremo a Mida… FRULLI: Ho capito … va bene… Zagaria: Fatti un po i conti di quanti viaggi… no … e vedi… FRULLI: Si … si… Zagaria: Tu ce l’hai il programma… scusa… FRULLI: E si… si…si adesso guardo … omissis … “.

Occorre sottolineare come Zagaria, sia dipendente SEMATAF, società del gruppo Castellano, e uomo di fiducia di Giovanni Castellano, che attraverso la finanziaria di famiglia FINCAST, partecipa alla proprietà di TECNOPARCO attraverso la finanziaria dei Somma la FINPAR (vedi infra sui rapporti tra i due246). È chiaro l ‘interesse dello Zagaria quindi ad informare il responsabile commerciale di Tecnoparco, frulli, sull’ingresso di un competitor nella spartizione della grande torta milionaria rappresentata dallo smaltimento delle acque reflue prodotte dal COVA di Viggiano.

Lascia un commento