A rischio il carattere universalistico del diritto alla casa

A rischio  il carattere universalistico del diritto alla casa, a causa di un errore della  regione Calabria sui bandi per gli alloggi popolari.

In seguito alla modifica della legge regionale nr 32/1996 che norma la gestione degli alloggi popolari, il Dipartimento politiche abitative della Regione ha approvato nel mese di aprile 2018 (decreto dirigenziale nr 3877 del 24 aprile 2018) lo schema tipo di bando di concorso e di domanda per l’assegnazione di alloggi popolari. Nello schema di bando viene introdotto il principio illegittimo secondo il quale gli alloggi erp costruiti con i fondi Ges.ca.l. dovrebbero essere assegnati esclusivamente a coloro che hanno versato questi contributi.

Nel mese di giugno la Regione Calabria ha diffidato i comuni calabresi a pubblicare i bandi integrativi per l’assegnazione di alloggi, utilizzando i moduli approvati con tale errore. Pertanto, negli ultimi mesi,  decine di  comuni  hanno pubblicato il bando di concorso per l’assegnazione degli alloggi popolari con il relativo modulo di domanda riportando lo stesso errore.

Ma il  principio dell’utilizzo esclusivo dei fondi Gescal  costituisce una violazione della normativa di settore e della stessa Costituzione.

Difatti la Costituzione prevede un sistema tributario fondato sul principio della solidarietà sociale che nega l’esclusività dell’utilizzo dei prelievi fiscali.

Inoltre la normativa vigente per il settore prevede che gli alloggi costruiti con i fondi Ges.ca.l. non siano da destinare esclusivamente ai lavoratori che abbiano versato i relativi contributi, ma a tutti coloro che posseggono i requisiti di legge e che, partecipando ai bandi di concorso,  risultino vincitori nella relativa graduatoria, come pure a coloro che si trovano  nelle condizioni di emergenza abitativa previste dalla norma.

Il solo utilizzo legale dei fondi Ges.ca.l. è quello solidale ed universale.

E’ chiaro che questo erroo, a carattere universale. Necessario quindi che la Regione Calabria provveda al più presto a correggerlo.re costituisce un problema per il diritto all’alloggi

Da qualche settimana, la Rete di associazioni e movimenti, riunite nell’Osservatorio sul disagio abitativo, ha segnalato  l’errore alla Regione Calabria e a diversi comuni che hanno pubblicato il bando di concorso, chiedendo  che si provveda alla correzione con atti ufficiali. I comuni, secondo la legge regionale nr 32/1996 artt. 13, 15, sono responsabili del bando di concorso e della domanda che pubblicano.

Ma fino ad oggi nessuna risposta è arrivata.    

Si invita nuovamente quindi la Regione Calabria ed i Comuni a provvedere alla correzione di questo errore  per garantire pienamente il diritto universalistico dell’alloggio popolare.

 

Reggio Calabria 4 settembre 2018

Osservatorio sul disagio abitativo

Un Mondo Di Mondi  

CSOA Angelina Cartella

Reggio Non Tace –

Società dei Territorialisti/e Onlus

Centro Sociale Nuvola Rossa

Comitato Solidarietà Migranti  

Collettiva AutonoMia

Print Friendly, PDF & Email

1 thought on “A rischio il carattere universalistico del diritto alla casa

  1. Pingback: gay site

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: