SUL REGIONALISMO DIFFERENZIATO

Assemblea pubblica del Coordinamento Territoriale #DecidiamoNoi

La proposta avanzata dall’attuale Governo (ma in linea con quanto proposto dal precedente) sul regionalismo differenziato si inserisce a pieno titolo dentro questa pratica predatoria. L’accordo con le regioni Veneto, Lombardia ed Emilia Romagna acuirà ancor di più il divario tra Nord e Sud, già pesantemente aggravato dalla modifica del titolo V della Costituzione e dall’introduzione del federalismo fiscale, e metterà ulteriormente a rischio i già precari servizi pubblici nell’intero Meridione.

Pensiamo a servizi fondamentali come l’istruzione e la sanità. Sempre meno fondi sono disponibili per le ristrutturazioni o la costruzione di edifici pubblici da adibire a scuole e ospedali. Il meccanismo del blocco del turn over ha ridotto ai minimi termini il personale. Il modello fiscale fa sì che la maggior parte delle risorse confluiscano laddove esistono già servizi efficienti, creando una forbice qualitativa delle prestazioni sempre più evidente.

Coordinamento Territoriale #DecidiamoNoi

Print Friendly, PDF & Email
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: