La solidarietà di Ercole Barile (co-proprietario dell’hotel occupato) ai “prendocasa”

PONTE DI CALATRAVA, SOLIDARIETA’ AI PRENDOCASA

Domani alle ore 11,00 i “Prendocasa” manifesteranno il disagio di chi è senza tetto e attende anche quelle case popolari, che non arriveranno, poiché i fondi ex Gescal, che sarebbero dovuti servire proprio per costruire case popolari, sono stati investiti per la realizzazione del Ponte di Calatrava.
Quale ex co-proprietario dell’Hotel Centrale, recentemente occupato dai Prendocasa per dare riparo a oltre 80 persone tra i quali oltre 20 bambini, fermo rimanendo le esigenze di Giustizia sullo stabile, che rispetto, devo dire che non si può restare immobili innanzi ad una parte di Umanità che viene sistematicamente abbandonata nella nostra Città di Cosenza. Domani assisterò alla manifestazione, poiché da Cittadino Italiano ritengo che la politica abbia bisogno di rigenerarsi nell’etica che consiste del dire la verità sul perché, i fondi ex Gescal dei lavoratoti che avrebbero potuto risolvere tutti i problemi di chi è costretto a manifestare per ottenere i propri diritti, sono, invece, stati investiti per creare il Ponte di Calatrava.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: