AUTORITÀ DI REGOLAZIONE. PROROGATO BLOCCO DISTACCHI ACQUA, ENERGIA E GAS

L’Autorità di regolazione ARERA ha prorogato fino al 17 maggio tutti i provvedimenti sul blocco ai distacchi di acqua, energia e gas, nonché i criteri di rateizzazione per il pagamento delle bollette già scadute e quelle emesse fino al 31 maggio.

A tal riguardo il Forum Italiano dei Movimenti per l’Acqua sollecita ancora una volta Governo e ARERA ad attivare interventi più forti e duraturi per scongiurare l’aggravarsi dell’emergenza sociale e sanitaria:

  • tariffa di quarantena: l’applicazione della tariffa agevolata alle utenze domestiche fino al termine della crisi, evitando quindi che le famiglie si trovino a dover pagare bollette ancora più elevate a causa delle eccedenze dovute alla forzata permanenza in casa;
  • obbligo di riallacciare tutte le utenze domestiche disalimentate e ancora oggi senza accesso alla fornitura d’acqua;
  • esenzione del pagamento per gli utenti che abbiano perso il lavoro, attraverso l’ampliamento dei criteri già previsti per il bonus idrico.

A sostegno della sostenibilità economica e della copertura della richiesta, ricordiamo che ARERA ha istituito presso la Cassa per i servizi energetici e ambientali un conto di gestione straordinario, destinato a garantire il finanziamento delle iniziative a sostegno degli utenti finali del settore idrico, connesse all’emergenza epidemiologica COVID-19, finanziato con risorse già esistenti per 1,5 miliardi di euro.

Non si tratta di carità: grazie al metodo tariffario di ARERA per il servizio idrico, che introduce in bolletta voci che non sono i costi previsti dalla legge, i gestori hanno potuto incassare negli anni lauti profitti. Questa vale per il servizio idrico come per la fornitura di gas ed energia. Ora che la crisi morde più forte, sarebbe intollerabile che a farne le spese siano i cittadini.

Malanova vostra!

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: