LA V.I.A. DI TAP E’ ILLEGITTIMA: 19 INDAGATI

È di oggi la notizia che 19 persone sono state aggiunte al registro degli indagati dalla procura di Lecce, per (a vario titolo) violazione dei vincoli paesaggistici, abusi edilizi, inquinamento di falda, violazione della V.I.A. riferita al TAP. Tra questi, dirigenti di TAP e delle società che lavorano per Tap.

Mello, Greco, Icop, Montaggi Industriali, SAIPEM, Geoambiente, Nuova Montaggi, R.A. Costruzioni: tutte società indagate per essersi rese complici di probabili gravi violazioni in quel progetto pericoloso e inutile dal nome TAP.

La cosa che rasenta l’assurdo e che secondo i PM di Lecce la famigerata VIA di TAP (D.M.223/2014) e gli atti conseguenti e macchiata da illegittimità.
Quindi TAP ha lavorato e lavora senza una compatibilità ambientale.

È possibile tutto ciò? È possibile che si continuino i lavori nonostante queste inchieste aperte? È possibile che nessuno intervenga a fermare questo schifo? Uno schifo avallato da una stampa locale vergognosa che imperterrita prova a difendere i suoi foraggiatori con titoloni del tipo “c’è una inchiesta ma…”. Non c’è nessun “ma”, c’è solo una società che devasta in maniera violenta, tanti subappaltatori che si rendono complici e un muro di gomma intorno a un caso assurdo e pericoloso!

Ed adesso, visto quello che è emerso, grazie anche al lavoro di attivisti No Tap cosa ne pensa il Governo che in tempi passati aveva detto che la Multinazionale aveva tutte le autorizzazzioni per il proseguimento dei lavori?

I No Tap, nonostante la vostra repressione, ci saranno sempre e saranno vigili in un territorio distrutto per i vostri “interessi”.

Movimento NO TAP