I SERVIZI PSICHIATRICI TORNANO A MANIFESTARE

Il Coo.la.p (coordinamento lavoratori psichiatria) comunica che giorno 23 luglio alle ore 10:00 tornerà, insieme a tutti i lavoratori del settore, a manifestare presso la sede della direzione generale dell’Asp sita in via Diana.

Il coordinamento vuole sottolineare che tale decisione è nata dal mancato pagamento degli stipendi arretrati e che sono stati vani i tanti tentativi di dialogo atti a capire e a risolvere tale questione. Il settore psichiatrico, con la mediazione e la costanza del Coo.la.p., è riuscito a risolvere problemi atavici che si protraevano da anni, ma a quanto pare questo non è bastato per cambiare il farraginoso iter burocratico che si arena in circostanze, mentalità e meccanismi non sempre tecnici. Noi, comunque, diamo merito alla triade commissariale per l’impegno profuso nel voler condurre l’Asp verso un cammino più virtuoso, legale e trasparente; ma il settore psichiatrico ed i lavoratori, tramite il Coo.la.p, tengono a ribadire che della legalità ne fanno un vanto da anni e che hanno preteso sempre e solo il dovuto, fatti alla mano.

Ciò a cui aspiriamo è il rispetto della dignità dei lavoratori e questo avviene anche attraverso il pagamento dei servizi resi e il riconoscimento di una professionalità trentennale, che non deve essere messa a repentaglio da una burocrazia dei numeri che non valuta l’importanza della cura e di chi vi è dietro quelle carte.

A tale proposito il Coo.la.p. esprime seria perplessità in merito ad eventuali tagli di posti letto, con la conseguente e consistente perdita di unità lavorative e propone nei prossimi giorni di incontrare il Prefetto di Reggio Calabria Dott. Massimo Mariani e il commissario alla sanità Gen. Saverio Cotticelli. Concludiamo con l’invito ad un dialogo più proficuo, che avvenga in tempi brevi perché da parte nostra vi è la massima disponibilità.

Siamo, tuttavia, stanchi di essere capro espiatorio e vittime di dietrologie passate che hanno creato l’enorme e patologica situazione di dissesto attuale, da cui prendiamo le dovute distanze e che ha colpito maggiormente le parti più oneste e deboli dei servizi, tra cui quelli psichiatrici. Il Coo.la.p ed i lavoratori che lo compongono, con la dignità e caparbietà di sempre, lotteranno per la risoluzione definitiva dei problemi e questo sempre in piena trasparenza e legalità, peculiarità imprescindibili.  

Coo.la.p (RC)