CRISI IDRICA A ROSSANO. IL COMITATO CHIEDE UN INCONTRO AL NEOSINDACO STASI

Dopo l’ennesimo weekend senz’acqua e con la stagione estiva alle porte è necessario mettere in campo ogni azione possibile per mitigare i disagi in attesa di un piano strutturato che possa portare a soluzione l’annoso problema della carenza idrica. Al sindaco Stasi, cui rinnoviamo gli auguri di buon lavoro, abbiamo chiesto nei giorni scorsi un incontro al fine di aprire un confronto sul tema e, come auspichiamo, creare un tavolo permanente sull’acqua che possa coinvolgere istituzioni, tecnici e società civile e serva ad aggredire il problema in maniera efficace.

Un vero e proprio osservatorio che possa fra le altre cose provvedere all’auspicato censimento delle fonti e delle sorgenti e ad un piano di efficientamento della rete idrica.

Nell’immediato pensiamo che debba essere messa in campo la task force, già annunciata dal sindaco in precedenza, che possa mitigare i problemi che con l’estate si presentano puntualmente e che adesso riguardano un territorio enorme con diverse sacche di criticità. Al tempo stesso è assolutamente necessario iniziare ad operare nei confronti della Sorical affinché il sistema degli interessi privati cessi il prima possibile e l’acqua torni ad essere bene comune a tutti gli effetti. Questo sarà uno degli argomenti cardine della due giorni dedicata all’acqua pubblica che si terrà nel centro storico di Rossano nelle giornate del 20 e 21 luglio prossime con movimenti e amministratori meridionali che si confronteranno su un nuovo modello di acqua pubblica.

Comitato Acqua per Tutti Rossano