Malanova.info

LE INVENZIONI DELLA DIGOS DI COSENZA

Non voglio pensare male su ciò che combinano, nei loro uffici, quelli della Digos di Cosenza. Potrei dire che fumano marjiuana a manetta, ma non ce li vedo proprio. Potrei dire che sono validi lettori della letteratura fantastica, da Henry Potter a Joanne Rowling. O tutti e due insieme. Insomma qualcosa fanno, e lo dimostra il fatto che pochi giorni fa si sono inventati un’associazione a delinquere a Cosenza di immani proporzioni, fatta di pericolosi delinquenti dediti ad attività criminali terribili ed impensabili per una città civile come è quella di Cosenza. Ebbene questi delinquenti sapete cosa facevano ? occupavano vecchi stabili pieni di topi, escrementi, rifugio di tossici e alcolizzati e li rendevano accoglienti, puliti, aperti, e ci facevano dormire la gente che non ha una casa. Gli abitanti del quartiere, dove questi delinquenti pulivano i palazzi abbandonati, avevano tanta paura di queste persone che gli portavano da mangiare, giocattoli per i bambini, stufe per riscaldarsi. Sono circa 300 le persone che adesso hanno una casa da diversi anni e che devono ringraziare solo questi delinquenti per averla ottenuta. La Digos, in effetti non è nuova a queste operazioni. Ha un solo pensiero fisso, gli antagonisti. Il problema di Cosenza sono sempre e solo loro ed è una questione che si tramandano da capo a capo, da Grandinetti a Cantafora trasferito a Catanzaro ufficio immigrazione, da Cantafora a Piero Gerace che era stato per anni capo della squadra volante e cresciuto sotto le direttive di Catanfora. Tutto ciò che c’è di negativo a Cosenza avviene solo per colpa loro, del Rialzo che si affolla di immigrati senza dimora, del Comitato Prendo Casa, e dei tanti soggetti liberi, che fanno di Cosenza un città davvero particolare. Poi per il resto Cosenza è una città davvero tranquilla. Non ci sono cosche che campano col pizzo e lo spaccio di droghe pesanti, non ci sono logge massoniche che gestiscono gli affari con le banche e fanno ottenere finanziamenti per la costruzione di palazzi e grattacieli vuoti, non ci sono al Comune personaggi come il sindaco e la sua gente che gestisce danari a quintali per fare cose che non servono, quali la metro, il museo del nulla, le piazze a discesa, mentre un patrimonio mondiale come il centro storico versa in condizioni abominevoli. Tutto regolare per la digos, la procura, le volanti, i vigili urbani. Tutto procede come si vuole che proceda.