MAPPA DEI CONFLITTI

MAPPA IN ALLESTIMENTO


KML-LogoFullscreen-LogoGeoRSS-Logo
Mappa dei Conflitti - Calabria

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

LEGNOCHIMICA: 39.373687, 16.248307
DecidiamoNOI: 39.331916, 16.241806
GAS Cosenza: 39.301985, 16.255968
RASPA: 39.872405, 16.529191
C.S.O.A. \'Angelina Cartella\': 38.167777, 15.646988
MARLANE: 39.900900, 15.779200
JOLLY ROSSO: La nave dei veleni: 39.133100, 16.074500
Osservatorio sul Disagio Abitativo: 38.110500, 15.661300
CENTRALE A BIOMASSE Ecosesto SpA (Gruppo Falck): 39.369540, 16.247663
marker icon
icon-car.png Fullscreen-Logo KML-Logo
LEGNOCHIMICA
LEGNOCHIMICA

L’inquinamento dell’area ex-Legnochimica di Rende (Cs), in Calabria, è sostanzialmente certificato nel 2010. L'unica perizia ufficiale redatta dal Prof. Gino Mirocle Crisci non è riuscita a valutare a pieno il livello dell’inquinamento della zona industriale rendese.

Dossier DecidiamoNOI: https://decidiamonoi.noblogs.org/files/2018/02/dossier_legnochimica.pdf

PAGINA: http://www.malanova.info/mappa-dei-conflitti/legnochimica/

Rende Calabria, Italia
marker icon
icon-car.png Fullscreen-Logo KML-Logo
DecidiamoNOI
Coordinamento Territoriale DecidiamoNOI

Il Coordinamento #DecidiamoNoi è un contenitore che prova a mettere insieme Associazioni, Movimenti , Comitati e Singolarità del Territorio

PAGINA: https://decidiamonoi.noblogs.org/chi-siamo/

Facebook: https://www.facebook.com/DecidiamoNoiCoordinamento/

Rende Calabria, Italia
marker icon
icon-car.png Fullscreen-Logo KML-Logo
GAS Cosenza
Gruppo di Acquisto Solidale - Mercato Contadino

Tutti i Sabati, Ex Officine FdC - Via Popilia,39 - Cosenza

ore 10,30 - 13,30

PAGINA: www.utopiesorridenti.com

Facebook: https://www.facebook.com/gas.cosenza/

Via Popilia 39 Calabria, Italia
marker icon
icon-car.png Fullscreen-Logo KML-Logo
RASPA
Rete Autonoma Sibaritide e Pollino per l'Autotutela

RASPA persegue esclusivamente finalità di solidarietà sociale e promuove progetti di sviluppo socio-economico e culturale a sostegno principalmente, ma non esclusivamente, delle popolazioni della Sibaritide e del Pollino.

Facebook: https://www.facebook.com/RASPA-Rete-Autonoma-Sibaritide-e-Pollino-per-lAutotutela-1437633339817343/

E-mail: rete.raspa@gmail.com

Trebisacce Calabria, Italia
marker icon
icon-car.png Fullscreen-Logo KML-Logo
C.S.O.A. 'Angelina Cartella'
Centro Sociale Angelina Cartella

In questi anni di occupazione e autogestione di uno spazio abbandonato, abbiamo cercato di diffondere una narrazione alternativa degli eventi e della storia dei nostri territori, abbiamo ricevuto stima e fiducia da molti, ma c’è sempre ancora tanto da fare e da condividere.

PAGINA: http://www.csoacartella.org

Facebook: https://www.facebook.com/csoacartella/

Reggio di Calabria Gallico Calabria, Italia
marker icon
icon-car.png Fullscreen-Logo KML-Logo
MARLANE
MARLANE

Pensiamo alle morti di tumore nella piccola fabbrica di Praia a Mare e penso
a come si può prendere per i fondelli la gente. Sono oltre 140, presumibilmente, le
persone "patrimonio più importante della Società" decedute o ammalatisi di tumore
nella fabbrica, su circa 1100 dipendenti che in quarant'anni e più di attività si
sono succedute a colorare, con coloranti tossici, tessuti per l'esercito italiano e per
civili. Per l'esercito italiano si coloravano le divise, per i civili maglioni ed altro per
conto di ditte importanti. Una fabbrica che è anche la storia di Praia. Non si può parlare
di Praia, della sua storia politica e sociale senza parlare della Marlane così
come non si può parlare della Marlane senza parlare di Praia a Mare!

vhttp://www.malanova.info/mappa-dei-conflitti/marlane/

Praia a Mare Calabria, Italia
marker icon
icon-car.png Fullscreen-Logo KML-Logo
JOLLY ROSSO: La nave dei veleni
JOLLY ROSSO

"1989- La motonave Rosso viene noleggiata dal governo italiano per andare a recuperare in Libano 9532 fusti di rifiuti tossici nocivi esportate in quel luogo illegalmente da aziende italiane. Resta in disarmo nel porto di La Spezia dal 18 gennaio 1989 al 7 dicembre 1990.
14 dicembre 1990 – ore 7.55 mayday dalla nave a 15 chilometri al largo della costa di Falerna. Alle 10 e un quarto il capitano e gli altri 15 membri dell’equipaggio vengono recuperati da due elicotteri e trasportati a Lametia Terme in ospedale per controlli. Il comandante della nave si chiama Luigi Giovanni Pestarino. La nave non affonda al largo ma viene trascinata dalla corrente verso riva. Alle ore 14 , spiaggiamento della nave ad Amantea, località Formiciche. La nave è salpata dal porto di La Spezia il 4 dicembre, scalo a Napoli, poi a Malta."

http://www.malanova.info/jolly-rosso/

Amantea Calabria, Italia
marker icon
icon-car.png Fullscreen-Logo KML-Logo
Osservatorio sul Disagio Abitativo
In Italia - e soprattutto in Calabria - non dovrebbe esistere alcun disagio abitativo, né bisogno di case. I dati esistenti lo confermano pienamente: ci sarebbero case per tutti ed anche di più!
Dal censimento Istat 2011 e successivi datascape (es. ricerche “Riutilizziamo l’Italia” e “L’Italia del riciclo”) si rilevano “oltre otto milioni di case ed appartamenti sottoutilizzati”, circa un quarto dell’intero patrimonio abitativo italiano, di cui quasi cinque milioni effettivamente vuoti o inutilizzati. In Calabria il dato supera le 500 mila unità abitative, a fronte di una domanda, tra locali e immigrati, di “appena” 20 mila unità! Al dato del “vuoto” poi andrebbe sommato quello del patrimonio ERP, in parte ancora nella disposizione di persone che, per vari motivi, hanno perso i requisiti necessari all’assegnazione: si stima che gli alloggi che si liberebbero dalle doverose verifiche, spesso inesistenti, già da soli coprirebbero la domanda locale di casa.

Pagina Facebook: https://www.facebook.com/Osservatorio-sul-Disagio-Abitativo-Reggio-Calabria-Citt%C3%A0-Metropolitana-1510568985660925/

Reggio Calabria Calabria, Italia
marker icon
icon-car.png Fullscreen-Logo KML-Logo
CENTRALE A BIOMASSE Ecosesto SpA (Gruppo Falck)
Area Industriale di Rende

CENTRALE A BIOMASSE

La storia della Centrale a Biomasse, operante nella Area Industriale di Rende, è legata a doppio filo a quella della ex Legnochimica. Nonostante il periodo di crisi che attraversava – o meglio affermava di attraversare –  nel 2000 l’azienda di Mondovì ha la forza di realizzare una centrale a biomasse che occupa una parte dei terreni dell’ex stabilimento.

La centrale è entrata in esercizio nel gennaio del 2001 al termine di un programma triennale di investimenti. Ha usufruito delle incentivazioni derivanti dalla produzione di energia elettrica, utilizzando fonti rinnovabili, CIP6. Dopo soli due anni dall’idea di investire nelle fonti di energia “rinnovabili”, lo stesso management del gruppo Jemina&Battaglia, decide di rifocalizzare le proprie attività nella produzione di prodotti di origine vegetale. Assistiamo in realtà ad una giravolta che sa di speculazione finanziaria e che vede la cessione della centrale a biomasse, come leggiamo nel comunicato stampa congiunto dell’epoca,  alla Actelios S.p.A., società del Gruppo Falck.

DOSSIER #DecidiamoNOI

http://decidiamonoi.org/wp-content/uploads/2019/11/dossier_CENTRALE-A-BIOMASSE_DecidiamoNOI.pdf

Rende Calabria, Italia