Vostre le guerre. Nostri i morti

In un giorno di festa nazionale, su un lungomare francese, un camion piomba sulla gente che passeggia. Non e’ un incidente ma un’azione programmata. Un’ottantina di morti, uomini donne e bambini, tutti civili. Prima é stato il turno di Charlie Hebdo per alcune vignette satiriche sul Profeta e poi il Bataclan e i suoi oltre 90 morti. Sono solo le […]

Continua a leggere

Tanto fumo ma a noi serve l’arrosto!

Funivia, Piazza Bilotti, Ponte Calatrava, Nuovo Stadio, Cittadella dello Sport, Museo di Alarico. Crediamo che più passi il tempo e più scendano in basso nella classifica delle priorità di questa amministrazione argomenti come la casa, il reddito, il welfare e il recupero dei Quartieri popolari. Ci sono delle priorità che sono le persone. Tante ditte e aziende stanno apparecchiando il […]

Continua a leggere

Cosenza. Amministrative 2016, la discarica dell’ipocrisia

Della miopia di Guccione, la boria di Occhiuto, la doppiezza di Paolini Questa  campagna elettorale ha dell’incredibile. A nostra memoria non si era mai arrivato a tanto. La politica dei proclami e della spettacolarizzazione inaugurata da Berlusconi ed esasperata oggi dal ducetto Renzi, molto in voga sia a destra che a sinistra, sembra essere stata interiorizzata alla grande dai tre […]

Continua a leggere

E’ ora di aprire gli occhi. Un’analisi sulle prossime elezioni

Migliaia di manifesti da qualche settimana colorano i muri, i cassonetti, i tabelloni, i tronchi degli alberi, i pali della luce, i portoni della nostra città. Centinaia di migliaia di “santini” e fac-simili sparsi come coriandoli per le strade, posti tra i tergicristalli delle auto, nelle cassette della posta, sotto le fessure delle porte, in bella mostra sui banconi dei […]

Continua a leggere

Antimafia o Giustizia Sociale?

È possibile costruire una narrazione diversa da quella dell’antimafia dilagante e dal manettarismo sempre più crescente? Partiamo da Rende. Se si leggono con attenzione le carte capiremo che il “piccolo” Principe, questa volta trombato dai suoi stessi amici, elargiva molliche a settori della cosiddetta criminalità organizzata. Ora vi sembra che i problemi di Rende siano rappresentati dai 100.000 euro chiesti […]

Continua a leggere

1° Maggio: C’è CRISI, vallu cunta ad ancun’atru

Il primo maggio non è una data che commemora il concertone romano ma un giorno legato alle lotte ed alle conquiste del movimento operaio. La ricorrenza, lanciata dalla Seconda Internazionale, venne istituita il 20 luglio 1889 a Parigi, aveva tra gli scopi quello di rafforzare la lotta per la riduzione della giornata lavorativa a otto ore. Per i “democratici” che […]

Continua a leggere

Agitatevi. Organizzatevi. Studiate

Ma perché chi fugge dall’Africa o dal Medioriente o dal Sud America viene definito “migrante” o addirittura “clandestino” mentre chi fugge dal sud Italia viene definito “cervello in fuga”? Forse per evitare che le due categorie possano riconoscersi e coalizzarsi? Ognuno di noi è sud di un altro nord. Questa semplice riflessione è la sintesi di alcuni ragionamenti fatti in […]

Continua a leggere

Il problema di Cosenza? Il Traffico!!

Iacchitè nun c’aviamu pensatu! Il problema di Cosenza? Il Traffico! In un momento storico come quello che la città di Cosenza sta vivendo, quando i principali boss della malavita nostrana si “pentono” dei propri misfatti raccontando, con dovizia di particolari, di tutti gli affari e delle relazioni strettissime con la classe politica dell’area urbana. In un contesto dove cadono i […]

Continua a leggere

DALLA PARTE DI CHI NON HA PARTE

“Ma insomma si può sapere da che parte state?”, spesso ce lo chiedono in questi giorni. Noi pensavamo fosse chiaro: stiamo dalla parte della giustizia, della libertà, dell’eguaglianza e della dignità umana. Che nella società in cui viviamo sono garantite a pochi, pochissimi se consideriamo quanti ne sono esclusi. Per noi la giustizia che dovrebbe contare è sociale, non quella […]

Continua a leggere

Il Principe di Rende è stato arrestato

Stupore, indignazione e rigurgiti di moralismo radicale alla notizia che il Principe di Rende è stato arrestato. Tutti colti di sorpresa nell’apprendere che i nostri comuni sono governati attraverso un meccanismo a rete che mette al centro gli interessi delle lobby anteponendoli a quelli dei cittadini. Carte che camminano velocemente quando a richiederle sono i servi della gleba sottomessi al […]

Continua a leggere
1 3 4 5