COMITATO NO ANTENNA – Via Savinio

L’Antenna della discordia. Raccontarvi che è un sereno e tiepido mese di maggio entrato da pochi giorni nelle nostre case, precisamente nel quartiere residenziale zona universitaria di Rende, in Via A. Savinio, e squarciato dall’assordante rumore di lavori di sbancamento di un terreno per l’installazione di una stazione radio base per telefonia mobile alta ben 30 metri, é una spregiudicata […]

Continua a leggere

Legnochimica: bonifica subito!

Lo abbiamo sempre detto, non sarà un giudice che metterà fine allo scempio ambientale attuato dall’ex Legnochimica. Anzi, storicamente, le indagini giudiziarie altro non hanno fatto che rallentare o addirittura bloccare l’iter burocratico e soprattutto la decisione politica. Il Sindaco Manna è stato prosciolto dalle accuse e nella storia rimane un grosso buco nero al posto delle vere responsabilità che […]

Continua a leggere

Acqua: della serie cornuti e aggrediti!

E’ notizia recente che i sindaci dei comuni calabresi hanno scelto chi tra di loro sarà tra i 40 componenti dell’Assemblea dell’Aic (Autorità Idrica della Calabria). Tra i gli eletti ci sono Cosenza, Rende, Castrolibero e Montalto, solo per citare i comuni dell’Area Urbana. Subito ha preso parola il presidente della Provincia di Cosenza, Iacucci, solo per incensare il magnifico […]

Continua a leggere

Ora, la Politica! Quella vera! (cit. non perdiamoci di lista!)

Con l’esaurimento dell’appuntamento elettorale, cosa faranno gli “spammatori” seriali di santini e di articoli promozionali per questo o quel partito? Quali consigli dispenseranno dopo l’orgia mediatica che ha messo al centro del dibattito una specie di surrogato della politica fatto di gossip, contumelie e promesse? Quale sarà il ruolo sociale dei tanti masaniello virtuali, rivoltosi da tastiera che parevano volersi […]

Continua a leggere

DEPURAZIONE IN CALABRIA, DIFENDERE I BENI COMUNI!!!

di Carlo Cuccomarino Il problema della mancata depurazione delle acque reflue in Calabria e dell’inquinamento dei fiumi e del mare, ripropone in tutta la sua annosa drammaticità come creare e difendere “beni comuni”. La situazione riscontrata a Cosenza, dove il depuratore consortile “Valle Crati” del Capoluogo e della città di Rende, sito in località “Coda di volpe”, scaricava liquami e […]

Continua a leggere

Non si muove foglia che Palla Palla non voglia…ma è davvero così?

Giugno 2017, ennesimo incendio presso le vasche che contengono i veleni della ex Legnochimica. Noi eravamo lì. Le “istituzioni” accorse ad inscenare la solita commedia della responsabilità hanno assecondato l’ipotesi meno scomoda, quella dell’incendio doloso ignorando totalmente il fenomeno dell’autocombustione verificatasi esattamente un anno prima e durante altre calde estati di cui i residenti ancora conservano il ricordo vivido del […]

Continua a leggere

Rossano Ercolini a Rovito per una gestione diversa dei rifiuti

Il Comitato Ambientale Presilano, in collaborazione con ZeroWaste Italy e il Centro di Ricerche “Rifiuti zero” di Capannori, e insieme alle associazioni Rubetum, I Flavettesi “Niccolò Salerno”, l’Azione Cattolica Rovito, la Proloco Rovito, Boscolandia, l’Università Popolare Tommaso Cornelio, i Cinefamelici di Casole Bruzio, il Gruppo volontario San Francesco di Spezzano Sila, il CAI di Serrepedace e il Movimento Presila Unita […]

Continua a leggere

LEGNOCHIMICA: Quanto costa la salute dei cittadini?

Tanti tavoli, dalle parole del Prefetto abbiamo appreso che sulla questione Legnochimica ne sono stati fatti oltre 90, pochi risultati. Oggi, grazie alla spinta partita dai cittadini riuniti nel Coordinamento Territoriale #DecidiamoNoi, pare che la questione sia tornata all’attenzione dell’opinione pubblica e delle istituzioni competenti in materia. Per avviare l’iter occorrono solo 100.000€, ovvero la paga dell’ultimo Dirigente alla Regione, […]

Continua a leggere

#DecidiamoNoi: Tavoli, progetti e scaricabarili

Restiamo stupiti dai comunicati istituzionali sulla questione della bonifica della ex Legnochimica. Ci dicono che il CIPE ha destinato 6 milioni di euro per la bonifica della zona ma nello stesso tempo che la bonifica potrebbe tardare per la mancanza di fondi. Sul sito, sabato, erano presenti le più alte autorità cittadine e regionali, preoccupate delle ripercussioni sulla salute delle […]

Continua a leggere