DA SALVINI NON NASCE NIENTE

Oggi Salvini sarà a Rende per una comparsata flash promossa dalla Coldiretti. L’ex presidente e volto noto dell’associazione Pietro Molinaro è, infatti, candidato con la Lega. Conoscendo il soggetto non ci meravigliamo più di tanto. Migliaia di cosentini e cosentine hanno già dimostrato qualche mese fa che Salvini e la Lega sono e saranno sempre un corpo estraneo a questo territorio. Abbiamo tutti ben in mente la storia e le battaglie politiche contro il Sud della Lega Nord. Oggi in Calabria Salvini verrà a parlare di cambiamento con accanto i vecchi arnesi della malapolitica calabrese sperando qualcuno gli creda. Ma, a queste latitudini, per lui diventa sempre più difficile. Il suo partito e le sue idee non hanno alcun radicamento nel nostro territorio. Si tratta solo di interessi, giochi di potere, opportunismo. Una campagna elettorale a colpi di slogan e clientele. La sua, come quella di tutti quei soggetti, da sinistra a destra, che hanno ridotto in brandelli questa regione, nel corso degli ultimi decenni. Perché Salvini è solo la faccia più farsesca di un dramma i cui attori sono molti di più. Perché, lo stiamo sperimentando da tempo, sulla nostra pelle, dai Salvini, da quelli come lui non può nascere niente di buono. E, oggi, il leader della Lega, dopo essere stato “stutatu” da un fiume di cosentini e cosentine, non merita niente di più che il dileggio e tutta la nostra schifata ironia.
La Calabria non si Lega

Foto di Giacomo Greco

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: