Riapriamo il Viale: Consultazione Popolare, Decide la città

Un centinaio di cittadini autoconvocatisi attraverso una pagina facebook che in pochi giorni ha raggiunto le 17.000 unità. Dal virtuale al reale. Certamente i manifestanti erano più dei quattro gatti che, forti del consenso delle urne, credono di essere divenuti i proprietari della città e non i suoi amministratori. Facendo un esempio più piccolo, un amministratore di condominio non gestisce il fondo cassa comune a suo piacimento. Deve ascoltare e mettere in pratica il volere dell’assemblea di condominio.

I nostri amministratori, quelli della premiata ditta Mario&Mario, invece, se ne infischiano dei tanti pareri tecnici che descrivono la Metropolitana Leggera come un’opera sovrastimata per l’utenza dell’area urbana. Non ascoltano minimamente il parere dei cittadini che dovrebbero “rappresentare”.

Ma questo è nulla, si fanno i dispetti alle spalle dei cittadini. Tutti e due, candidati alle prossime elezioni regionali, provano a farsi gli sgambetti e a disseminare di trappole il percorso che li condurrà alle urne. Tutto questo, però, causando enormi difficoltà ai cittadini ed ai commercianti del capoluogo bruzio.

Per questo ha ancora più valore la spontaneità del gruppo facebook e di questa manifestazione autoconvocata. Le parole d’ordine sono state tutte contro gli amministratori, Sindaco in primis, che non si occupano del benessere cittadino. Non si occupano del Centro Storico in forte crisi. Non si occupano del commercio che segna una forte flessione in città. Non si occupano delle reali necessità cittadine – acqua, rifiuti, sanità e servizi primari – ma programmano opere inutili come l’Ovovia, il Museo d’Alarico, la Metropolitana Leggera e lo Stadio che non rappresentano certamente le priorità di Cosenza.

Tutti uniti, nonostante il freddo ed il clima festaiolo, i manifestanti si sono diretti verso il centro cittadino per suonare la sveglia ai tanti che si affrettavano a fare i regali natalizi. Arrivati in Piazza Bilotti, tra le luci e le casette di legno,  hanno consegnato la loro personale letterina a Babbo Natale: “Consultazione Popolare, Decide la città”. Chissà che almeno lui li ascolti!

Prossima tappa il consiglio comunale di martedì.

MALANOVA VOSTRA!