MOVIMENTO BATTE LA TAP

Giornata intensa sul fronte cantiere. E non ci sono voluti particolari sforzi per passare una giornata sorridente, che ci fa capire di essere più forti di questo mostro di acciaio e di cemento.

In mattinata è bastata una piccola segnalazione per scoprire che un mezzo delle ditte che lavorano per Tap era senza la documentazione necessaria, tanto che alcuni attivisti hanno denunciato l’illecito e hanno fatto in modo che venissero presi seri provvedimenti nei confronti dello stesso. I mezzi di Tap, nonostante siano scortati dalle forze dell’ ordine, lavorano nell’ illecito.

Ma non solo questo: abbiamo fatto sentire la nostra presenza anche ai mezzi che lavoravano in cantiere a Masseria del Capitano, tanto che (sarà stata l’emozione del sentirsi osservato o la consapevolezza di svolgere un lavoro ignobile) uno dei tir di Tap è rimasto impantanato per ore, dando vita a un blocco stradale di una comicità inaudita. Sono bastati un pò di occhi addosso, per far cadere gli operai nel baratro del ridicolo.
Tra l’altro, l’autista del mezzo, crollato in un pianto di sconforto dopo essere stato abbandonato dai suoi colleghi e dalle forze dell’ ordine, è stato accolto in un abbraccio da tutto il popolo NoTap. Forse oggi, almeno lui, avrà capito da quale parte alberga la violenza…
Dopo ore hanno liberato la strada, dimostrando che quest’ opera soccomberà al volere di questa terra!

Una bella giornata… A domani!

NO TAP