Squat the bridge. Tutti sul ponte

Venerdì 26 gennaio alle ore 17:00 concentramento presso l’Hotel Centrale, invitiamo tutti e tutte a partecipare alla mobilitazione.
Il Ponte di Calatrava è un’opera inutile e che non risponde a nessun bisogno reale di chi vive il territorio,la beffa sta nel fatto che è stato costruito utilizzando oltre 6 milioni dei fondi ex Gescal (GEStione CAse Lavoratori), frutto di trattenute sugli stipendi dei lavoratori, destinati alla costruzione e alla manutenzione della case popolari.
Non riuscite a pagare l’affitto ? siete sotto sfratto ? siete in graduatoria da tanti anni ? il vostro alloggio Aterp è pericolante e senza manutenzione ? i soldi per risolvere queste importanti problematiche c’erano ma sono stati utilizzati per costruire il Ponte di Calatrava.
L’ennesimo atto di immoralità e vergogna delle istituzioni regionali e comunali che si sono succedute negli ultimi 30 anni, da destra a sinistra. Le leggi che hanno permesso ciò risalgono agli anni 1993, 2000, 2005. La giunta Occhiuto ha rispolverato la possibilità di costruire quest’opera ideata da Mancini ed avviata dalla, ora occhiutana Catizone. Ed oggi spende ulteriori soldi per una faraonica inaugurazione.
In una città in cui disagio sociale e povertà aumentano costantemente, centinaia di famiglie vivono il dramma dell’emergenza abitativa e il centro storico è totalmente abbandonato al degrado, nessuna risposta viene data ai cittadini.
Davanti a questo scempio non possiamo rimanere in silenzio o chinare la testa.
La Regione Calabria non può più nascondersi o continuare a prendere in giro i calabresi, CACCIATE FUORI I SOLDI PER L’EMERGENZA ABITATIVA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *