Ciao Andrea….chi ha compagni non muore mai

Caro Andrea, chi ti scrive è la grande famiglia di Prendocasa, quella famiglia ribelle di cui anche tu e Melania fate parte. Aver avuto la brutta notizia della tua scomparsa, ci ha lasciato tutti basiti, un fermo immagine in ognuno di noi è scattato, un senso di incredulità. Per noi rappresentavi dei principi cardine del nostro modo di essere, li incarnavi alla perfezione, la DIGNITA’ e la SOLIDARIETA’. Anche nei momenti di difficoltà ti abbiamo visto sorridere e dare la carica giusta a tutti, sfottendo come ti era solito fare, senza mai perdere quella forza di andare avanti, il tuo spirito in questo ci ha insegnato tanto e continuerà a farlo. Non ti abbiamo mai visto girare dall’altra parte davanti ai soprusi di questa società, ti abbiamo visto fattivamente metterti a disposizione di tutti, senza lesinare niente. Ti ricordiamo con gioia i primi giorni dell’occupazioni delle Canossiane, dare una mano nelle prime fasi, nei momenti bui vedere te e Melania pronti a a darsi da fare, faceva parte di quei segnali che ti davano la forza di andare avanti. Ci sei stato al fianco in tante manifestazioni, in tanti momenti importanti, e infatti anche se non abitavi nelle occupazioni ti abbiamo sempre sentito parte di questa grande esperienza. Noi vogliamo ricordarti cosi, con il tuo sorriso sbarazzino, sfottente, con la tua grande dignità e i gesti di solidarietà concreta. I tuoi principi sono i nostri principi, e continueremo a batterci per farli affermare in questa società, e da oggi lo faremo con una motivazione in più, te lo dobbiamo. Con Vittorio aiutateci a trasformare questo mondo in qualcosa di più giusto. Ti salutiamo con questa frase di che guevara che per noi è rappresentativa del tuo essere: “Siate sempre capaci di sentire nel più profondo qualsiasi ingiustizia, commessa contro chiunque, in qualsiasi parte del mondo. È la qualità più bella di un buon rivoluzionario.”
Sarai sempre con noi, vivrai in ogni nuova occupazione, in ogni sollevazione, in ogni lotta contro questo stato di cose.
Ciao ANDRE’, chi ha compagni non muore mai

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *